Tiki style (Isolaliri)

Il Tiki è una divinità polinesiana, una specie di statua in pietra o legno, che rappresenta gli dei Maohi dell’Oceania. Si dice che in ogni tiki si trovi uno spirito, ma il tiki è anche simbolo di forza e di fortuna, un potente talismano. Tiki in polinesiano è il nome del primo uomo.
Lo stile Tiki, invece, risale agli anni ’30 quando fu aperto il primo Tiki-bar ad Hollywood, un locale in stile polinesiano chiamato Don The Beachcomber. Aperto poco dopo la fine del proibizionismo, lanciò una moda, anche se, in realtà, tutto ebbe inizio grazie all’attenzione che alcuni artisti dell’epoca dedicarono al mondo primitivo e tribale, generando un interesse per quel genere di arte primitiva, che poi, tra gli anni 50 e 60, venne miscelata con palme, noci di cocco, spiagge da sogno e collane di fiori e si trasformò in una sorta di “pop art polinesiana”, un nuovo stile di cui si innamorò anche Elvis Presley: un insolito miscuglio di neo-primitivismo e beach culture californiana, che influenzò anche la musica ed il cinema americano, pronto a raccogliere e far diventare moda le intuizioni e le stravagherie di qualche visionario, capace di proporle al mondo intero con quella leggerezza in grado di affascinare e di farci sognare.
La rinascita della cultura tiki è tornata in voga da alcuni anni ed oggi anche in Italia si apprezzano Tiki bar e cocktail che si rifanno a quel periodo. Uno di questi si trova ad Isola del Liri (guarda il video https://www.airtv.it/videos/tiki-bar-isola-liri) ed è del bartender Alessandro Marcelli che sa deliziare i suoi clienti con fantastici cocktails preparati con i migliori ingredienti….da provare!

946 Visite totali, 2 visite odierne